STUDIO DABBENI

Esposizioni

La città diffusa – Scattered City

Con Scattered City lo Studio Dabbeni propone la sua prima esposizione personale di Gabriele Basilico (Milano, 1944), uno dei più noti fotografi a livello internazionale impegnato da oltre venti anni nella ricerca del dibattito d’analisi sulla città e sul paesaggio contemporaneo.  “Vedo – afferma Basilico – la città come un grande corpo che respira, un corpo in crescita, in trasformazione, e mi interessa coglierne i segni, osservarne la forma, come un medico che indaga le modificazioni del corpo umano. Cerco in continuazione nuovi punti di vista, come se la città fosse un labirinto e lo sguardo cercasse un punto di penetrazione.”* Il suo interesse è rivolto non tanto ai monumenti dell’architettura, quanto piuttosto alla “città media” e in particolare alle periferie dove “la qualità dell’ambiente urbano si diluisce fino a smarrirsi.”* Il tema delle periferie viene affrontato come laboratorio aperto e come work in progress, in cui i modelli protagonisti della cultura architettonica si declinano all’infinito in una produzione anonima e differenziata. Le fotografie appartenenti a progetti recenti sono state realizzate tra il 2001 e il 2004 a Lisbona, Buenos Aires, Napoli, Barcellona, Santiago di Compostela, Parigi, Reggio Calabria, Londra, Porto, Cherbourg, Beirut e Buffalo.

Attraverso sedici fotografie in bianco nero – dieci di grande formato e sei di medio formato – e una documentazione bibliografica sull’artista, l’esposizione presenta un viaggio nel paesaggio urbano delle periferie della città contemporanea. In occasione della mostra lo Studio Dabbeni pubblica un nuovo numero di temporale, che include tra l’altro un’intervista di Hans Ulrich Obrist a Gabriele Basilico e un testo dello stesso Basilico.

In contemporanea all’esposizione a Lugano uscirà presso l’editore milanese Baldini & Castoldi un nuovo libro di Gabriele Basilico, intitolato anch’esso “Scattered City”.

* Gabriele Basilico, Milano 2003