STUDIO DABBENI

Esposizioni

Dal 31 marzo al 2 aprile 2017

Lo Studio Dabbeni, in occasione di miart  2017,  mette in dialogo due artisti quali Daniel Buren e Gianni Monnet. Una grande opera di Daniel Buren,  “Le Carré Eclaté” del 1992 dialogherà con cinque lavori di Gianni Monnet, “Progetti parietali” degli anni ’50. Questo progetto espositivo rende omaggio alla città di Milano e, in particolare, ad una figura come Guido Le Noci che ha fatto la storia, dapprima con le gallerie Bompiani e Schettini all’inizio degli anni ’50 e poi con la galleria Apollinaire, a partire dal 1954 fino al 1983. Se negli anni ’50, alla Bompiani e alla Schettini, organizzò una serie di mostre sull’arte astratta e concreta, con la partecipazione di Gianni Monnet, nel maggio del 1968 invitò Daniel Buren alla galleria Apollinaire: nella sua prima esposizione personale l’artista francese chiuse fisicamente e metaforicamente l’ingresso della galleria con le sue bande a strisce verticali. Le Carré Eclaté, opera presentata nel 1992, in occasione della prima mostra personale di Daniel Buren "Il Passaggio del colore" nella nostra galleria, è costruita a partire da un quadrato ritagliato in cinque elementi: non è un oggetto, non è una scultura tradizionale, ma la costruzione di un sito che intrattiene delle relazioni con lo spazio che lo contiene e lo spettatore che ne fruisce e offre la possibilità di concepire situazioni abitabili, percorsi visuali, labirinti cromatici. Le cinque fotografia di Gianni Monnet fanno parte di una serie di lavori dove l’artista ambisce a superare la tradizionale superficie del quadro. Per mezzo della fotografia e della pittura interviene progettando decorazioni parietali d’interni, aprendosi così alla sintesi delle arti.

Daniel Buren (Boulogne-Billancourt, 1938). L’artista francese indaga da anni i rapporti fra l’opera d’arte, il luogo d’esposizione (spaziale e istituzionale) e lo spettatore. Realizza dei lavori utilizzando materiali come il legno, il plexiglas trasparente colorato e il suo “strumento visivo”, rimasto invariato nel tempo, ovvero le bande adesive, bianche e  nere, di 8,7 cm.

Gianni Monnet (Torino, 1912 - Lugano, 1958). Architetto, pittore, critico e curatore, è stato con Gillo Dorfles, Bruno Munari e Atanasio Soldati, nel 1948, protagonista della nascita del MAC, Movimento Arte Concreta, a Milano.