STUDIO DABBENI

Esposizioni

David Tremlett, nato nel 1945 a St. Austell in Cornovaglia, vive e lavora a Bovingdon Herts, Inghilterra. Dopo una prima fase di lavoro contraddistinta dall’abbandono dei tradizionali mezzi espressivi, il suo interesse si è rivolto a lavori sonori e visivi nella natura. Tremlett si è poi riappropriato della pittura e della scultura, rimanendo però legato a un pensiero concettuale. Instancabile viaggiatore, secondo una delle più radicate tradizioni inglesi, ha affinato una sensibilità maturata al contatto con luoghi e popolazioni extraoccidentali. Al rientro dai suoi viaggi, che lo conducono dall’Africa all’Oceano Indiano fino al deserto del Messico, Tremlett traduce le impressioni raccolte e i luoghi visitati in un linguaggio astratto, basato su forme geometriche semplici e sulla ripetizione di segni caratteristici. Nei suoi "Wall Drawings" realizzati in situ – sulle pareti di gallerie e musei o anche sui muri di edifici diroccati incontrati in viaggio – rimedita gli scambi visivi e le esperienze culturali vissuti, appropriandosi dello spazio espositivo con l’aiuto della tecnica del pastello steso a mano.

Nella sua seconda esposizione a Lugano Tremlett presenta nella sala d’entrata della galleria un grande "Wall Drawing", nel quale strisce pastellate di vari colori formano un arco acuto, che innalzandosi su tutta l’altezza della parete principale si impone su due forme irregolari, poste ai due lati del muro. Una serie di pastelli su carta, di grande e medio formato, completano la mostra articolata sui due piani della galleria.

Nel prossimo mese di luglio il Museo di Grenoble presenterà un’importante retrospettiva di David Tremlett, con opere dal 1970 a oggi, curata dal direttore Guy Tosatto.