STUDIO DABBENI

NEWS

Stefano Boccalini. La Ragione nelle mani. Maison Tavel/Musée d’Art et d’Histoire
25 Mar 2021

1 Aprile - 27 giugno 2021

Maison Tavel / Musée d’Art et d’Histoire

Inaugura il 31 marzo a Ginevra alla Maison Tavel Musée d’Art e d’Histoire la mostra La ragione nelle mani, ideata da Stefano Boccalini con la collaborazione di quattro artigiani della Valle Camonica.

La Comunità Montana di Valle Camonica, che opera sul territorio attraverso il proprio Distretto Culturale e l’artista Stefano Boccalini, in collaborazione con il partner Art for the World Europa, sono infatti tra i vincitori della ottava edizione del bando Italian Council,programma a supporto dell’arte contemporanea italiana nel mondo promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea dell’allora MiBACT, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo.

La mostra La ragione nelle maniè curata da Adelina von Fürstenberg e realizzata in collaborazione con ART for THE WORLD EUROPA. Si trattadella prima di una serie di iniziative che fanno capo all’omonimo progetto, realizzato in collaborazione con importanti partner culturali: Musée Maison Tavel-Musée d’Art et d’Histoire(Ginevra) sede della mostra, Art House(Scutari, Albania), Sandefjord Kunstforening(Sandefjord, Norvegia),Fondazione Pistoletto OnlusAccademia Belle Arti BolognaMA*GA – Museo Arte GallarateGAMeC Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Bergamo. Dopo aver portato i segni della Valle Camonica in Europa l’opera ideata da Boccalini, composta da vari manufatti, entrerà a far parte della collezione della GAMeC.

L’idea del progetto nasce dal rapporto che Boccalini ha costruito con la Valle Camonica a partire dal 2013: da una residenza sul tema dell’acqua, l’artista ha avuto modo di conoscere meglio un bellissimo luogo montano tra le Alpi Lombarde che in passato ha frequentato solamente da turista. Negli anni la Valle Camonica è diventata un punto di riferimento per il suo lavoro: qui ha operato con varie comunità, con le istituzioni locali e con gli artigiani, creando uno stretto rapporto di collaborazione che gli ha permesso di produrre numerose opere. 

Questa esperienza e questi incontri hanno fatto maturare l’idea di realizzare un Centro di Comunità per l’Arte e l’Artigianato della MontagnaCa’Mon, cheavrà sede a Monno,diventerà un centro di scambio tra saperi intellettuali e saperi manuali: per attivare un confronto con il territorio saranno ospitati in residenza artisti, autori e ricercatori. Ca’Mon sarà anche un luogo di formazione, dotato di spazi adibiti a laboratorio dove lavoreranno artigiani, artisti e giovani della valle. “L’obiettivo – afferma Boccalini – è quello della trasmissione dei saperi, secondo una logica di condivisione per cui le tradizioni non assumono un senso nostalgico, ma diventano la porta di accesso al futuro, un “luogo” di sperimentazione per immaginare nuovi scenari”.

Da questo contesto è nato La ragione nelle mani, un progetto che si muove su due livelli, quello del linguaggio e quello dei saperi artigianali, attraverso il coinvolgimento della comunità locale.  Tutti i manufatti che compongono l’opera sono stati realizzati in Valle Camonica da quattro artigiani affiancati ognuno da due giovani apprendisti. Gli otto “allievi” sono stati selezionati attraverso un bando pubblico, promosso dalla Comunità Montana e rivolto ai giovani della valle interessati a confrontarsi con pratiche artigianali appartenenti alla tradizione camunala tessitura dei pezzotti, l’intreccio del legno, il ricamo e l’intaglio del legno.Queste forme artigianali, che storicamente ricoprivano una funzione di primaria importanza nel tessuto sociale e culturale della Valle, oggi faticano a resistere ai cambiamenti imposti dalla modernità e pochi ne conoscono ancora le antiche tecniche. 

“Viviamo in un’epoca – afferma ancora Boccalini – in cui le parole sono diventate un vero e proprio strumento di produzione e di captazione di valore economico, e hanno assunto una dimensione sempre più importante all’interno del contesto sociale. Attraverso il loro uso cerco di ridare un peso specifico e un valore collettivo al linguaggio, che per me è il “luogo” dove la diversità assume un ruolo fondamentale, diventando il mezzo con cui contrapporre al valore economico il valore “del comune”. 

La ragione nelle mani ha preso il via con un laboratorio che ha coinvolto tutti i bambini di Monno, cui è stato raccontato il significato di circa cento parole intraducibili che sono presenti in molte lingue, intraducibili perché non hanno corrispettivi nelle altre lingue e che possono essere solamente spiegate. Insieme ai bambini sono state scelte circa venti parole che identificano il rapporto tra uomo e natura e tra gli esseri umani. Le parole sono infine state sottoposte agli artigiani per capire quali potessero essere le più adatte a essere trasformate dalle loro sapienti mani in manufatti artistici. Ne sono state scelte noveche sono diventate il materiale su cui gli artigiani hanno lavorato con gli apprendisti. 

Qui i significati in breve, approfonditi in una apposita scheda: ANSHIMSentirsi in armonia con sé stessi e con il mondo(coreano), BALIKWAS Abbondonare la propria confort zone(filippino),DADIRRIQuieta contemplazione e ascolto profondo della natura (aborigeni australiani), FRILUFTSLIVConnessione con l’ambiente e ritorno al legame biologico tra uomo e natura(norvegese), GURFAL’acqua che si riesce a tenere nel palmo di una mano come metafora di qualcosa di molto prezioso (arabo),OHANALa famiglia che comprende anche gli amici e non lascia indietro nessuno(hawaiano), ORENDALa capacità umana di cambiare il mondo contro un destino avverso(indigeni nordamericani), SISU La determinazione nella ricerca del benessere nella quotidianità(finlandese), UBUNTUSono chi sono in virtù di ciò che tutti siamo(Africa meridionale).

Nello specifico l’opera si compone di: un raffinatoricamo bianco su biancoa “punto intaglio” con tre parole, montato come un quadro; due legni di nocesapientemente intagliati che presentano due parole; cinque manufatti di legno nocciolo intrecciato,realizzati con la tecnica utilizzata per la creazione di cestini e gerle, che insieme compongono una sola parola; tre pezzotti, tappeti fatti con tessuti lavorati a telaio manuale, ciascuno dei quali riproduce una parola.

“L’esecuzione del lavoro di Boccalini non è una questione da poco – afferma la curatrice Adelina von Fürstenberg- le opere non sono fabbricate semplicemente seguendo istruzioni date a priori, ma sono eseguite dall’artista stesso insieme agli artigiani, coinvolti in uno scambio di sapere fra la poetica del lavoro e la tradizione artigianale, incorporandone le conoscenze nella pratica artistica e pedagogica. In questo, Boccalini si inserisce appieno nella tradizione dell’Arte Povera, un’arte che non interpreta ma semplicemente percepisce il fluire della vita e dell’ambiente, utilizzando materiali fino ad allora mai considerati, e ponendo la propria attenzione non tanto sull’opera d’arte quanto invece sul processo di creazione stesso.

E prosegue: “Nel lavoro di Boccalini, tuttavia, attraverso la ricerca e la scelta delle parole intraducibili, egli crea una biodiversità di concetti provenienti da minoranze linguistiche. Le opere derivano esclusivamente dall'importanza del significato della parola impiegata, e il materiale e i mezzi artigianali con cui sono eseguite giocano un ruolo cruciale. E infine: “Il progetto di Boccalini nasce sulla base di una convinzione costruttiva che identifica nella tradizione artigianale della Valle Camonica il punto di origine per un’esperienza estetica veritiera. È quel tipo di esperienza che già gli artisti della Bauhaus ricercavano quando nel lontano 1919 Walter Gropius, volendo portare l’arte a dialogare con l’estetica artigianale, aveva sottolineato nel manifesto inaugurale del Bauhaus:"Architetti, scultori, pittori, dobbiamo tornare all'artigianato!".

 “Il risultato di tutto questo lavoro – conclude Boccalini - non è rappresentato solamente dalle opere, ma anche dal processo che ha portato alla loro costruzione. Un processo che ha rimesso in circolo le conoscenze e le pratiche legate alla tradizione della valle ma con nuove prospettive e consapevolezze”. 

Il catalogo della mostra sarà pubblicato in italiano e inglese da Archive Books, Berlino.

Ufficio Stampa Musée d’art et d’histoire, Ginevra:

Sylvie Treglia-Détraz 

T +41 (0)22 418 26 54 

sylvie.treglia-detraz@ville-ge.ch

Maison Tavel/Musée d’Art et d’Histoire

Rue du Puits-St-Pierre 6
1204 Genève
T +41(0)22 418 37 00
F +41(0)22 418 37 01

AUTORI CORRELATI
Stefano Boccalini
04 Ago 2021
Regina. Della Scultura - Gamec Bergamo
27 Apr 2021
JOSE DAVILA
25 Mar 2021
Stefano Boccalini. La Ragione nelle mani. Maison Tavel/Musée d’Art et d’Histoire
01 Feb 2021
Performance come metodologia. Gesti e scritture di Jacopo Miliani
04 Nov 2020
Ugo La Pietra. Viaggio sul Reno
02 Nov 2020
Atanasio Soldati. Catalogo generale dei dipinti
27 Ott 2020
Jacopo Miliani. La Discoteca
27 Ott 2020
Ugo La Pietra. Arte e territorio
27 Ott 2020
L’avventura dell’arte nuova | anni 60-80 Cioni Carpi | Gianni Melotti
04 Set 2020
miart 2020
06 Giu 2020
LUCA FREI - Dal giorno al giorno - Kunsthalle Malmö
27 Dic 2019
Gianni Melotti - La foto-grafia è facile
27 Dic 2019
La Storia Segreta delle 32 Immagini di Finta Guerra - Gianni Melotti
23 Dic 2019
Jacopo Miliani FLASH ART #346 Ottobre –Novembre 2019 I don't dance but I also dance: Jacopo Miliani di Ilaria Gianni
23 Dic 2019
One look is worth ten thousand words

14 Nov 2019
Open Gallery #18 - 30 novembre
29 Ott 2019
Ugo La Pietra - Storie di cose, luoghi e persone 1961 - 2017
29 Ott 2019
Ugo La Pietra - Opere, installazioni, film d'artista
29 Ott 2019
Ugo La Pietra - Abitare è essere ovunque a casa propria
28 Set 2019
Piero Dorazio - Forma e Colore
28 Set 2019
Giulio Paolini. Del Bello ideale, catalogo della mostra, Fondazione Carriero, Milano
26 Set 2019
Ugo La Pietra - Argomenti per un dizionario del Design
20 Set 2019
CAMPO UMANO - Arte pubblica 50 anni dopo
14 Lug 2019
David Tremlett - New Outside Wall Drawings - 3 Chiese a Rossa
05 Lug 2019
Stefano Boccalini - LA RAGIONE NELLE MANI / dialoghi tra arte e artigianato
14 Giu 2019
 Storie di verde pubblico cinque gazebi di Ugo La Pietra per la mostra
Resistenza / Resilienza

23 Mag 2019
Flavio Paolucci - Sotto al cielo
16 Mag 2019
Biennolo 2019 - Stefano Boccalini
23 Apr 2019
David Tremlett - "Wall SURFACES" (27 stops – Bari)
11 Apr 2019
bauhaus imaginista: Corresponding With - Luca Frei
11 Apr 2019
Il Museo del Design Italiano - Ugo La Pietra
04 Apr 2019
A Flower in My Mouth - Jacopo Miliani
17 Gen 2019
Hoysteria Prima personale dell'artista Oscar Giaconia in un'istituzione museale italiana - Artists' Film International #11 Presentazione del lavoro di Jacopo Miliani - When Dreams Become Necessity Trilogia video realizzata dall'artista Driant Zeneli
25 Ott 2018
Corraini Bookcorner - Artissima 2018
25 Ott 2018
Te Toca a Ti
25 Ott 2018
Whispering Catastrophe. On the language of men loving men in Japan - Jacopo Miliani e Sara Giannini
31 Lug 2018
Ugo La Pietra Fatto ad arte. Né arte né design
30 Lug 2018
Stefano Boccalini/Fabrizio Basso
09 Lug 2018
Ugo La Pietra - neuravnoteženi sistemi | Disequilibrating Systems
09 Lug 2018
Paesaggi Mentali / Traiettorie Naturali
07 Lug 2018
DUEL. Jose Dávila
23 Giu 2018
Photology AIR
13 Giu 2018
Jose Dávila The Feather and the Elephant
11 Giu 2018
bauhaus imaginista: Corresponding With, Kyoto
02 Giu 2018
UGO LA PIETRA ISTRUZIONI PER ABITARE LA CITTA’
31 Mag 2018
Take Me (I'm Yours)
18 Mag 2018
Art/Tapes/22
18 Mag 2018
Happenings / Isola dei Pescatori
06 Feb 2018
Ugo La Pietra. Storie brevi con
15 Gen 2018
David Tremlett, City drawing #1, 2017
10 Gen 2018
UNCHARTED TERRITORY: JOSE DÁVILA
03 Gen 2018
miart 2018
16 Dic 2017
Jacopo Miliani- Deserto
09 Dic 2017
Stefano Boccalini: Affetti - Monumento ai Caduti - Valdieri
09 Dic 2017
AGUA - 23 ARTISTAS CONTEMPORÂNEOS E QUESTÕES DA ÁGUA
09 Nov 2017
Gianni Melotti. Wetzlair
01 Nov 2017
Take Me (I'm Yours)
10 Ott 2017
Ugo La Pietra, Campo tissurato, I segni e l'urbano, a cura di Marco Scotini
07 Set 2017
Sulle vie dell'illuminazione. Il mito dell'India nella cultura occidentale 1808-2017
07 Set 2017
Livio Bernasconi – Carol Bove. Two Swiss American Artists. Spazio -1
04 Set 2017
François Morellet
27 Giu 2017
David Tremlett a Coazzolo
27 Giu 2017
Ugo La Pietra. Le mie giornate particolari con
27 Giu 2017
Gianni Melotti. Art/tapes/22. Video tape production
13 Giu 2017
Luca Frei Idle, 2017, Swiss Art Awards
31 Mag 2017
Jacopo Miliani - Male Male Malen
23 Mag 2017
UGO LA PIETRA. ABITARE A MILANO. Analisi e decodifica dello spazio urbano.
21 Apr 2017
DO DISTURB
21 Mar 2017
OPEN GALLERY #13
21 Mar 2017
Luciano Bartolini - Soffi
22 Feb 2017
Save the date
02 Feb 2017
Sintesi delle arti e unità di creazione. Vite di Andrè Bloc
15 Dic 2016
Throwing Balls At Night A Performance By Jacopo Miliani
12 Dic 2016
Luciano Bartolini. Pensando all'oriente. 1973 -1979
12 Dic 2016
Firenze 1977 Luciano Bartolini, Michael Buthe, Klaus Vom Bruch, Martin Kippenberger, Marcel Odenbach, Anna Oppermann, Ulrike Rosenbach &tc. —
09 Nov 2016
OPEN GALLERY #12
02 Nov 2016
Miart 2016
22 Ott 2016
Fondazione Rolla - Luisa Lambri - Maureen Gallace
30 Set 2016
Jacopo Miliani - A Slow Dance Without Name
11 Ago 2016
ZEIT VERSTREICHEN. Moment und Dauer in der Gegenwartskunst
21 Lug 2016
ANGOLAZIONI 2. ARTISTI DELLA COLLEZIONE BERLA.
16 Lug 2016
Gillo Dorfles. Oggi ogni artista è portato a creare forme autonome
16 Lug 2016
Gillo Dorfles. La relazione tra l'arte e l'inconscio
16 Lug 2016
JACOPO MILIANI BURNING DESIRE
13 Lug 2016
Hermann Scherchen, musicista e intellettuale con il cuore in Ticino
20 Giu 2016
Un percorso d'arte - Morcote
20 Giu 2016
Gillo Dorfles. Estetica senza dialettica
27 Mag 2016
Painting in Italy 1910s-1950s: Futurism, Abstraction, Concrete Art
04 Mag 2016
GIULIO PAOLINI - EXPOSITIO
21 Apr 2016
MASI - LAC- NUOVE CONSONANZE
19 Apr 2016
Miroslav Tichý - Rolla.info
14 Apr 2016
Frauenpower -Ausstellung 100 Jahre Frauen Power 1916-2016
05 Apr 2016
RIVIERA: FIRENZE 77- LUCIANO BARTOLINI - DIALOGO
05 Apr 2016
Jacopo Miliani A Slow Dance Without Name Kunsthalle Lissabon
17 Mar 2016
Luciano Bartolini - Pensando all'Oriente - MIART 2016
17 Mar 2016
RIVIERA
26 Nov 2015
Fondazione Giuliani
26 Nov 2015
PAINTING IN ITALY 1910S-1950S: FUTURISM, ABSTRACTION, CONCRETE ART - SPERONE WESTWATER
21 Nov 2015
Luca Frei Hermann Scherchen: alles hörbar machen II
20 Nov 2015
OPEN GALLERY #10
13 Nov 2015
Gillo Dorfles. Essere nel tempo
13 Nov 2015
Perform: Supposing layers of silence Jeremiah Day, Jacopo Miliani, Francesca Banchelli
29 Ago 2015
Trust
28 Ago 2015
THE 31ST BIENNIAL OF GRAPHIC ARTS IN LJUBLJANA
28 Ago 2015
Giulio Paolini, Teatro di Mnemosine
11 Lug 2015
Luciano Bartolini. Pensare all'Oriente, Identificazione di un feticcio. Villa Romana, Firenze
01 Lug 2015
LUGANO MOSTRA BANDIERA
13 Giu 2015
Trees. Rolla.info
10 Mar 2015
L'alcòva d'acciaio di Umberto Cavenago - PRIÈRE DE TOUCHER
30 Nov 2014
LC IN THE BIJLMER 2014
05 Dic 2008
INGLEBY GALLERY
20 Set 2006
Frieze Magazine | Archive | Luca Frei
Kunsthaus Glarus
Jacopo Milé
"Wall SURFACES" (27 stops – Bari) Presentazione dell’ultimo lavoro dell’artista britannico David Tremlett: un’opera pubblica per la città di Bari Com
LUCA FREI - From day to day