STUDIO DABBENI

NEWS

GIULIO PAOLINI - EXPOSITIO
04 Mag 2016

EXPOSITIO

6/5/2016 - 22/8/2016

Il Museo Poldi Pezzoli, nell’ambito della sua linea espositiva volta a incoraggiare il dialogo tra antico e contemporaneo, ha invitato Giulio Paolini (Genova, 1940), uno dei maggiori rappresentanti dell’arte concettuale, a intervenire nelle sale della casa museo, tra le opere della collezione permanente.

La mostra Expositio, in corso dal 6 maggio al 22 agosto 2016, evoca il particolare rapporto che lega i lavori del maestro con la tradizione e la storia dell’arte. Copie dall’antico, reperti archeologici, tracce architettoniche: le immagini più diverse rappresentano il patrimonio iconografico con cui l’artista si confronta incessantemente.

Il percorso espositivo ha inizio nel Salone dell’Affresco con l’opera che ha ispirato il titolo della mostra: “Expositio” (1994-2016), quattro calchi in gesso della Venere di Fidia collocati su quattro alte basi riunite al centro dell'ambiente quasi a suggerire il momento stesso dell’atto espositivo.

La mostra presenta inoltre ventitré opere su carta inedite, sedici delle quali costituiscono la serie intitolata “Italia antiqua” (2014-15): alcuni di questi collage traggono spunto da capolavori presenti nella collezione del Museo Poldi Pezzoli: soggetti tratti da dipinti antichi – quali il Ritratto di dama di Piero del Pollaiolo – sono inseriti in immagini che raffigurano le sale del museo medesimo, o viceversa, elementi caratteristici del repertorio iconografico di Paolini (ad esempio motivi celesti o siderali) appaiono inseriti in riproduzioni di dipinti del Poldi Pezzoli quali la Pietà di Giovanni Bellini.

Nel salone Dorato, infine, insieme ai capolavori del Museo, Paolini colloca nell’area centrale della sala l’opera intitolata “Tre per tre (ognuno è l’altro o nessuno)” (1998-99) costituita da tre calchi in gesso posti su altrettante pedane bianche: tre figure maschili in grandezza al vero tratte da uno studio di figura di Jean-Simeon Chardin.

Un video-documentario, realizzato da Alessandra Populin nel 2005, presenta il percorso artistico di Giulio Paolini, attraverso le voci di critici e amici quali Maria Volpi Orlandini, Ida Gianelli, Saverio Vertone, oltre alla presenza dell’artista stesso, che talvolta silenziosamente appare e scompare accanto alla sue opere.

La mostra è corredata da un catalogo a cura di Silvana Editoriale con un ricco apparato critico, con saggi di Flavio Fergonzi e Ester Coen e un‘intervista con l’artista a cura di Fiorella Minervino, oltre a un testo introduttivo di Giulio Paolini.

Per i giovani visitatori sono previsti i laboratori didattici “Collage: poesia visiva” a cura di Lucia Forneris, in collaborazione con Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte.

La mostra è realizzata grazie al sostegno di: Premio Montblanc per la Cultura di Umberta Gnutti, Sotheby’s Italia.

Museo Poldi Pezzoli

Via Manzoni 12 - 20121 Milano

Orari

Il Museo è aperto dalle ore 10 alle 18 (ultimo ingresso alle 17.30)
Il Museo è chiuso tutti i martedì, a Capodanno, Pasqua, il 25 aprile, il primo maggio, il 15 agosto, il primo novembre, l’8 dicembre, a Natale e Santo Stefano.

AUTORI CORRELATI
Giulio Paolini
09 Dic 2017
Stefano Boccalini: Affetti - Monumento ai Caduti - Valdieri
09 Dic 2017
AGUA - 23 ARTISTAS CONTEMPORÂNEOS E QUESTÕES DA ÁGUA
07 Set 2017
Sulle vie dell'illuminazione. Il mito dell'India nella cultura occidentale 1808-2017
04 Set 2017
François Morellet
09 Lug 2017
Livio Bernasconi – Carol Bove. Two Swiss American Artists. Spazio -1
27 Giu 2017
David Tremlett a Coazzolo
27 Giu 2017
Ugo La Pietra. Le mie giornate particolari con
27 Giu 2017
Gianni Melotti. Art/tapes/22. Video tape production
13 Giu 2017
Luca Frei Idle, 2017, Swiss Art Awards
31 Mag 2017
Jacopo Miliani - Male Male Malen
23 Mag 2017
UGO LA PIETRA. ABITARE A MILANO. Analisi e decodifica dello spazio urbano.
21 Apr 2017
DO DISTURB
21 Mar 2017
OPEN GALLERY #13
21 Mar 2017
Luciano Bartolini - Soffi
22 Feb 2017
Save the date
02 Feb 2017
Sintesi delle arti e unità di creazione. Vite di Andrè Bloc
15 Dic 2016
Throwing Balls At Night A Performance By Jacopo Miliani
09 Nov 2016
OPEN GALLERY #12
02 Nov 2016
Miart 2016
22 Ott 2016
Fondazione Rolla - Luisa Lambri - Maureen Gallace
30 Set 2016
Jacopo Miliani - A Slow Dance Without Name
11 Ago 2016
ZEIT VERSTREICHEN. Moment und Dauer in der Gegenwartskunst
21 Lug 2016
ANGOLAZIONI 2. ARTISTI DELLA COLLEZIONE BERLA.
16 Lug 2016
Gillo Dorfles. Oggi ogni artista è portato a creare forme autonome
16 Lug 2016
Gillo Dorfles. La relazione tra l'arte e l'inconscio
16 Lug 2016
JACOPO MILIANI BURNING DESIRE
13 Lug 2016
Hermann Scherchen, musicista e intellettuale con il cuore in Ticino
20 Giu 2016
Un percorso d'arte - Morcote
20 Giu 2016
Gillo Dorfles. Estetica senza dialettica
27 Mag 2016
Painting in Italy 1910s-1950s: Futurism, Abstraction, Concrete Art
04 Mag 2016
GIULIO PAOLINI - EXPOSITIO
21 Apr 2016
MASI - LAC- NUOVE CONSONANZE
19 Apr 2016
Miroslav Tichý - Rolla.info
14 Apr 2016
Frauenpower -Ausstellung 100 Jahre Frauen Power 1916-2016
05 Apr 2016
RIVIERA: FIRENZE 77- LUCIANO BARTOLINI - DIALOGO
05 Apr 2016
Jacopo Miliani A Slow Dance Without Name Kunsthalle Lissabon
17 Mar 2016
Luciano Bartolini - Pensando all'Oriente - MIART 2016
17 Mar 2016
RIVIERA
26 Nov 2015
Fondazione Giuliani
26 Nov 2015
PAINTING IN ITALY 1910S-1950S: FUTURISM, ABSTRACTION, CONCRETE ART - SPERONE WESTWATER
21 Nov 2015
Luca Frei Hermann Scherchen: alles hörbar machen II
20 Nov 2015
OPEN GALLERY #10
13 Nov 2015
Gillo Dorfles. Essere nel tempo
13 Nov 2015
Perform: Supposing layers of silence Jeremiah Day, Jacopo Miliani, Francesca Banchelli
29 Ago 2015
Trust
28 Ago 2015
THE 31ST BIENNIAL OF GRAPHIC ARTS IN LJUBLJANA
28 Ago 2015
Giulio Paolini, Teatro di Mnemosine
11 Lug 2015
Luciano Bartolini. Pensare all'Oriente, Identificazione di un feticcio. Villa Romana, Firenze
01 Lug 2015
LUGANO MOSTRA BANDIERA
13 Giu 2015
Trees. Rolla.info
10 Mar 2015
L'alcòva d'acciaio di Umberto Cavenago - PRIÈRE DE TOUCHER
30 Nov 2014
LC IN THE BIJLMER 2014
05 Dic 2008
INGLEBY GALLERY
20 Set 2006
Frieze Magazine | Archive | Luca Frei
Kunsthaus Glarus